Gennaio 31, 2014 In Diritto e società

Società di persone: l’avviso di accertamento si notifica al socio personalmente

Con riferimento alle società di persone, alla luce della responsabilità personale dei soci per i debiti societari, l’avviso di accertamento non deve essere notificato soltanto alla società, ma anche al socio personalmente. La mancata notifica dell’avviso al socio, infatti, rende nulla l’iscrizione a ruolo nei suoi confronti!

A ribadire il concetto ci ha pensato di recente la Commissione tributaria regionale Lombardia con la sentenza n. 80/33/13. I Giudici milanesi, infatti, hanno annullato una cartella esattoriale che richiamava quale atto presupposto un avviso di accertamento notificato alla società e mai al socio personalmente.

Assai esaustiva è la parte della motivazione in cui si afferma che “al socio appellato non è stato notificato l’avviso di accertamento che proprio la cartella esattoriale indica come presupposto, con la conseguenza che essa è nulla”; “né può supplire la notifica effettuata nei confronti della società posto che il socio è persona distinta autonoma rispetto alla società”.

In conclusione si può affermare che l’erario, per esigere il pagamento dei debiti societari direttamente del socio, deve notificargli personalmente l’atto di accertamento.

Prima di pagare, informati!

 

Condividi
mm

Giuseppe Mecca

Impegnato oramai da anni nell’attività di tutela legale dei contribuenti interessati dalla riscossione a mezzo di cartelle di pagamento, posta in essere per mano dell’Agenzia delle Entrate Riscossione, ex Equitalia.

Leave a Reply